CERTIFICATORE ENERGETICO

L’attestato di prestazione energetica (A.P.E.) è un documento attestante le prestazioni
energetiche di un edificio o immobile al fine di consentire al cittadino una valutazione
di confronto di tali caratteristiche rispetto ai valori di riferimento previsti dalla legge,
congiuntamente ad eventuali suggerimenti per il miglioramento della resa energetica
dell’edificio.

Tale attestato ha validità 10 anni, prodotto da un soggetto accreditato (certificatore
energetico) e dai diversi organismi riconosciuti a livello locale e regionale. La sua utilità al
momento ha due scopi principali:

  • per il rogito: L’Attestato di Prestazione Energetica di un immobile è indispensabile per gli atti notarili di compravendita dal 1º luglio 2009 e per i contratti di locazione dal 1º luglio 2010.
  • per l’accesso alle detrazioni del 65% sul reddito IRPEF: l’attestato energetico è parte della documentazione necessaria per ottenere gli sgravi fiscali.

L’Attestato di Prestazione Energetica è il documento che
stabilisce in valore assoluto il livello di consumo dell’immobile inserendolo in una apposita classe di appartenenza. Più è bassa la lettera associata all’immobile, maggiore è il suo consumo energetico.

2. Classe energetica A3

Il certificatore energetico è una persona fisica (talvolta in rappresentanza di una
struttura giuridica) in possesso di uno specifico titolo di studio (laurea in Ingegneria o Architettura, laurea specialistica in Scienze Ambientali o Chimica o Scienze e Tecnologie Agrarie e Scienze e Tecnologie Forestali e Ambientali, diploma di geometra, perito industriale o agrario, altri titoli comunque riconosciuti) del’abilitazione all’esercizio della professione e, di norma, del’iscrizione all’Ordine o al Collegio professionale. Di norma sono naturalmente considerabili competenti quei tecnici in possesso di un’abilitazione inerente alla progettazione di impianti e di involucro, definita appunto dalle normative professionali.

ape